L’Assicurazione Del Credito… Sette Segreti che Devi Sapere per Non Bruciare i Tuoi Soldi

soldi in fumoSTAI CORRENDO AI RIPARI DOPO AVER AVUTO PROBLEMI CON CLIENTI CHE NON PAGANO?

STAI PENSANDO ALL’ASSICURAZIONE SUL CREDITO?


Nessuno vuole che tu sappia certe cose… così te le racconto io!

Ogni giorno in Sicilia un’azienda muore!

“Mamma mia… ma che catastrofe, che razza di modo per iniziare l’articolo di oggi…”


Immagino che siano già partiti gli scongiuri del caso dopo la prima affermazione che ho fatto…

Non so perché ma mi viene in mente la figura del mio assicuratore che tanti anni fa mi propose l’assicurazione per “conducente auto” dato che iniziavo a fare seriamente il mio lavoro di agente di commercio e la macchina sarebbe stata la mia “prima casa”… dato che avrei passato più tempo in auto che tra le mura domestiche!

In quella circostanza il buon vecchio assicuratore mi consigliò: “ora faccia i suoi scongiuri, tocchi ferro, tocchi legno, veda lei…” Doveva parlarmi dell’ eventualità di morte, per cui erano d’obbligo certe cose a parer suo… ma torniamo in tema!

Pensi che stia esagerando dicendo che ogni giorno in Sicilia un’azienda muore?

Si, in effetti sto esagerando… nell’ottimismo!

Qualche giorno fa citavo in un articolo sul blog di certe statistiche riguardati i fallimenti registrati in Sicilia

  • 894 aziende fallite nel 2014 (si tratta di numeri tremendi) 

  • 210 aziende fallite nel primo trimestre del 2015.

Non è che poi mi dici che la matematica non è un’opinione e che verrebbe fuori un calcolo diverso da UNA AL GIORNO… volevo essere anche un po’ ottimista, ok?

Cosa sta comportando tutto questo? Molto facile rispondere: ci sono migliaia di forniture rimaste insolute in migliaia di aziende sparse in tutta l’isola e in tutta l’Italia.

SE NON VUOI ESSERE MESSO NEL SACCO ANCHE TU… MEGLIO CORRERE AI RIPARI!

Cosi hai pensato bene di ascoltare l’unico in grado di mettere serenità tra le pareti del tuo ufficio di amministrazione: l’assicurazione del credito.

“Finalmente non dovrò più preoccuparmi se il cliente non paga una fornitura, finalmente ho trovato la soluzione per eliminare il mio rischio d’impresa…”  ti sei detto queste parole… coraggio, a me puoi confessarlo… Ti capisco!

Certamente sarebbe bello potere assicurarsi un business dove non c’è nessuna falla, dove vuoi o non vuoi il cliente deve pagare, dove alla fine l’oste porta il conto e sul tavolo ci stanno gli sghei!

La verità (ti fa male, lo so) è che:

 NESSUNO SI PRENDE LE TUE ROGNE SENZA UN TORNACONTO

 anzi, più grandi sono le rogne e maggiore è lo scotto da pagare!

  • Perché hai scelto o stai per scegliere l’assicurazione del credito commerciale come “soluzione” per te?

  • Il tuo broker ti ha spiegato davvero tutto quello che riguarda questo argomento?

  • Davvero potrai dormire sonni tranquilli, tra due guanciali, sei veramente al sicuro?

Ho pensato che fosse giunto il momento di parlare con chiarezza con te che mi segui qui sul blog, perché tutti i giorni sempre più persone mi raccontano certe di quelle storie che la metà bastano, su tutti i problemi che hanno con i clienti che IERI erano i migliori clienti, i clienti più storici, quelli con cui maggiormente si era entrati in sintonia e con cui si aveva un rapporto di fiducia senza limiti e che oggi sono diventati il loro incubo numero uno!

Tu sai che per accedere all’assicurazione del credito ci sono delle condizioni da rispettare, dei termini e delle scadenze importantissime e un impegno economico a cui far fronte.

Quello che non sai e quello che non si vuole che tu sappia è che le assicurazioni sul credito non sono una ONLUS, non fanno il tifo per te (forse fanno il tifo per i tuoi clienti), non ti stanno promettendo o garantendo che i tuoi clienti storici, a cui tu tieni particolarmente, che sono in difficoltà domani onorino di nuovo il loro debito verso di te!

 I SETTE SEGRETI CHE DEVI SAPERE PER NON BRUCIARE I TUOI SOLDI

  1. L’assicurazione sottopone a garanzia il tuo credito commerciale a fronte del pagamento di un premio annuale: calcola una percentuale su tutto il tuo fatturato annuale per stabilire l’ammontare del premio

  2. Una volta stabilito il premio di copertura l’assicurazione si riserva di rivalutarne l’importo considerando le variazioni di fatturato a cadenza semestrale o annuale: l’importo del premio è variabile

  3. Anche se il premio viene calcolato sulla base della consistenza totale del portafoglio clienti e del fatturato, di fatto le compagnie assicurative analizzano prima le condizioni economiche e finanziarie di tutti i clienti che vorrai coprire ed escluderanno quelli che non hanno caratteristiche di solvibilità o criticità o pregiudizievoli: vengono assicurati solamente clienti sicuri, capaci di pagare e che normalmente non costituirebbero nessun rischio

  4. Il danno che avrai risarcito ha una soglia massima di valore in percentuale al sinistro che subirai, in genere si attesta all’85%: subisci un’insoluto di 100.000 € e rimborsano 85.000 € 

  5. Non tutti i danni, o meglio, non per tutto l’importo verrà corrisposta l’indennità: vedrai presentarsi l’esigenza di stabile una soglia minima, una Franchigia, che graverà su di te

  6. Come otterrai il tuo risarcimento? La tua compagnia ti fornirà dei documenti da compilare doviziosamente ogni modulo specificando tutte le caratteristiche del credito incagliato e i tempi previsti di pagamento del cliente ,segnalando le eventuali dilazione dei tempi che il cliente potrà domandarti, correndo il rischio di non rimanere nei termini di evasione della richiesta di risarcimento che la tua compagnia ti richiede: non rispettare i termini di presentazione della richiesta di risarcimento ti costrerà caro, perderai il diritto al risarcimento!

  7. Bene, detto questo mi chiederai se, dopo essere stato perfettino e certosino nel fare il tuo dovere da cliente assicurato, il tuo risarcimento sarà erogato naturalmente in tempi rapidi… ehmm… NO! Solitamente l’incasso viene posticipato di circa sei mesi dalla chiusura del sinistro.

  8. Questo è un bonus che ti offro gratis 🙂  Il valore dell’affidamento del tuo cliente è soggetto a variazione, per cui il cliente che oggi è assicurabile e con cui mantieni i rapporti commerciali affidandogli la tua merce con un certo tipo di credito,domani a causa di qualunque preguidizievole anche non gravissima può perdere l’affidabilità e l’assicurazione non lo copre più: cosa farai con quel cliente?

COSA CONVIENE FARE ALLORA SENZA INVESTIRE UN ENORME CAPITALE  MANTENDENDO I RAPPORTI CON TUTTI I CLIENTI IN MANIERA EFFICACE?


Come certamente avrai intuito, pensare di accollare tutti i rischi ad altri è davvero complicato, molto meglio restare con i piedi per terra e ammettere che solo tu sei davvero in grado di avere a che fare con la tua clientela.

La prevenzione vera parte sempre da te, perché anche avendo affidato i clienti ad una assicurazione sarai costretto a prendere visione dei contesti, delle eccezioni, delle situazioni più particolari in maniera autonoma o quasi autonoma.

Prevenire il rischio di insoluti parte da un processo di analisi che senza dubbio hai già chiaro, hai certamente capito già che le stime delle assicurazioni provengono da qualche fonte, giusto?

Perché non attingere direttamente a questa fonte?

Hai idea di quanto potrai risparmiare con un supporto alla tua analisi, gestita da esperti, resa chiara e leggibile anche se non hai competenze in ambito finanziario e amministrativo, se anticipi il processo decisionale con uno strumento molto più sostenibile per la tua attività?

Delegare è sempre la strada più efficace ma necessita di una consapevolezza del processo che si desidera affidare a qualcuno di fiducia!

Non affiderai in azienda la logistica a nessuno senza avere chiara la dinamica della logistica, anche solo per grandi linee, dico bene?

Così pure non snobberai la filiera del confezionamento se ad occuparsene saranno macchinari senza avere chiaro il risultato finale, gli errori che non si devono presentare, le problematiche che potrebbero sorgere da tali errori etc.. mi segui?

Mi dici allora perché non dovresti essere messo a conoscenza anche di decisioni così importanti come la scelta, la gestione, la cura del tuo portafoglio clienti?

Forse non consideri la reale importanza dei tuoi clienti?

Non credo proprio che siamo a questo punto, sai infatti che tutto il tuo fatturato e quindi i tuoi guadagni dipendono esclusivamente dalla tua clientela.

Vuoi conoscere un modo semplice e veloce per attuare l’unica strategia capace di permetterti di mantenere sotto controllo l’unico processo che merita le dovute attenzioni, ossia il mantenimento del tuo flusso di cassa?

Continua a seguirmi sul Blog, contattami in privato o commenta l’articolo per avere subito una visione più chiara dell’opportunità che stai perdendo e per evitare di bruciare letteralmente i tuoi soldi!

Spero che l’articolo ti torni utile e che ci penserai bene prima di lasciare che altri decidano per te!

Essere un imprenditore di successo ed essere un imprenditore destinato al fallimento sono due condizioni che sono divise da una sottile linea rossa: adottare o no un’analisi dei clienti strategica!

Buon lavoro e alla prossima!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *