“Mi Spalancano Tutte Le Porte In Qualsiasi Azienda Mi Presenti”

1223516-materialesequestrato

Come Ottenere Credito e Fido Commerciale Da Qualunque Fornitore Anche se sei Pieno di Guai Finanziari

In effetti tutto ciò sembra davvero surreale, vero?

 Allora ti dico subito che il titolo ha una sua ragione d’esistere per un motivo semplice: esiste ancora l’imprenditore che ha questo tipo di appeal nei confronti del proprio fornitore ed è capitato proprio a me di conoscerlo!!!

 A dirla tutta sono sicuro che sia capitato anche a te di avere fatto la conoscenza del Dott. Passepartout, non è così?

 Chi è il Dott. Passepartout? Scoprilo continuando a leggere…

 Questo imprenditore “vecchio lupo di mare” è un signorone corpulento che ha una personalità schiacciante, padrone delle sacre verità della situazione politica-economica del nostro paese.

 Opera nel settore da cinquant’anni ed ha fatto la bella vita quando tutta la struttura finanziaria dell’ Azienda Italia era ancora apparentemente stabile. 

 Ha costruito i suoi capannoni e li ha riempiti di merce e nel mercato delle vendite all’i ingrosso il suo non era solo un nome, era UN-NOME-UNA-GARANZIA!

 Ma la crisi maledetta lo ha toccato, o meglio, ha toccato i suoi clienti che a loro volta hanno riversato sulla sua eminenza le loro sofferenze, considerandolo un vero e proprio mecenate/filantropo economico/finanziario capace di alleviare il peso della loro piccola ed indifesa realtà commerciale ricca di potenzialità e scarsa di liquidità.

 Così il Dott. Cavalier Passepartout presto si ritrovò ad usare entrambe le mani per proteggersi dal dilagare di questi “piccoli omini partiva iva” ed iniziò a contare i graffietti inflitti dai suoi clienti nel corso del tempo. 

 Immagina lo stupore del grand’uomo nel constatare che quelli che pensava fossero graffietti in effetti erano dei bei tagli e ferite lacero contuse che lo stavano portando a star male, molto male…

 Fu così che il nostro gigante del commercio iniziò a sbuffare e dimenarsi contro i suoi protetti, rivolgendosi ai paladini del foro competente ( … ) per avere soddisfazione!

 Il resto della storia te lo risparmio perché non vorrei lasciarti con un cattivo ricordo del nostro eroe, ma ti dico cosa succede ora…

 Oggi la Pregiata Ditta Passepartout sas è passata al figliolo intelligente del cavaliere, (nessuno sa cosa faccia quell’altro sbandato del secondogenito…) che ha impostato la sua nuova gestione in modo del tutto diverso:

La situazione Ideale! 

Infatti, visitando ora il capannone possiamo contare il numero di posti auto nel parcheggio, si… possiamo contare i posti auto, non le auto parcheggiate…

Rimangono però due bei SUV tirati a lucido ed una vecchia Seat Ibiza azzurra… qualcuno dovrà pur accendere le luci e chiudere il cancello al pomeriggio, no?

Quando riesci a parlare col Grand’uomo, sempre presente in azienda per monitorare i flussi, allora vi sentirete dire spassionatamente che il mondo del business è finito, non esiste più ragione di riempire i magazzini e non si può più fare credito ai clienti, i quali ora devono solo ringraziarlo se li fornisce con i tempi che decide lui e solo dopo aver contato le banconote o intascato il titolo a vista o stampato la ricevuta del bonifico che avranno prontamente provveduto ad effettuare…

Il figliolo del Dottore, in disparte cerca il modo di risollevare le sorti del regno in decadenza e si rivolge alla maga del potere occulto della previsione degli affari…

Un consiglio?

Prima che ti prenda a calci se nomini strumenti di prevenzione, di analisi del rischio, prima che tu possa nominare anatemi come “visura commerciale” o “report informativo” o peggio ancora “tutela del credito” meglio che alzi i tacchi e sgommi via!

Come fai a capire che quel momento sta per arrivare? 

Facilissimo, non appena avrai sentito questa frase:

” ma tu lo sai quanti problemi e casini finanziari c’ho?

come fai a dirmi che si può sapere lo stato di salute di un impresa o ditta?

Io sono incasinatissimo e non lo sa nessuno, mi aprono la porta tutti appena mi presento in qualsiasi azienda…”

Allora è quello il momento di scappare via, perchè si sta per abbattere una sfilza di sproloqui che anche il Prof. Giurato L. finisce stordito con l’emicrania e una punta di sciatica!!!

 Non ti preoccupare, va tutto bene, è solo che a volte capita di fare i conti con la realtà.

 Se tu che leggi sei un imprenditore, voglio essere sincero con te, nel dirti che hai da parte mia tutta la stima del mondo, perché ti sei sobbarcato di responsabilità enormi assumendo impegni con fornitori, dipendenti, clienti che ripongono in te e nella tua intelligenza speranze di prosperità comune, sforzandosi anche loro di ripagarti con i giusti prodotti, o il dovuto impegno e professionalità o rispettando gli accordi ( ciascuno con il proprio ruolo).

 Perché Tu, lettore imprenditore, stai veramente facendo girare il farraginoso meccanismo dell’economia attuale, ed è solo per merito tuo se la maggior parte dei miei conoscenti sono nella possibilità di vivere dignitosamente, lavorando e puntando ad una continuità più longeva possibile.

 Il rischio della tua impresa oggi infatti è divisa e condivisa dai tuoi uomini sul campo, dei tuoi fornitori e dai tuoi clienti più affezionati, per ciascuno di voi il rischio è proporzionale, ma ti garantisco che è realmente percepito.

 Cosa mi sento di dirti, sinceramente, se non quello di non lasciare al caso decisioni importanti come l’affidamento delle tue risorse principali a clienti pericolosi, che oggi sono nelle vesti di pecore ma che un domani sveleranno la loro natura di lupi!

 Considera che oggi hai la possibilità di avere strumenti efficaci, veloci, sicuri, semplici da usare che ti aprono l’orizzonte come un faro nella notte, senza che però tu debba accollarti spese spropositate o tali da considerarsi solamente Spese e non Strumento Aziedale.

 Il mio scopo è quello di ottenere con te un risultato reale, derivante da un processo, semplice, non macchinoso ma che necessità di un fattore indispensabile: la tua volontà nel non finire squarciato dalle grinfie dei lupi affamati.

 Contattami, non abbiamo nulla da perdere entrambi, neanche il tempo che impegneremo, perché useremo il tempo che dedichi alla tua pausa caffè. Ci conosceremo meglio e capiremo insieme se siamo nelle condizioni di collaborare.

 Allora non aspettare nulla, neanche un minuto, contattami adesso, lascia un commento, fammi sapere il tuo punto di vista. 

 Sono tutto orecchi!

 Buon Lavoro, e alla prossima!

 Luca 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *